Si comunica che, in attuazione degli indirizzi dettati dalla deliberazione del Consiglio Comunale n. 74 del 16 dicembre 2020, anche le attività commerciali c.d. no food, ovvero non direttamente destinate alla somministrazione di cibi e bevande, hanno facoltà di presentare nuove istanze di occupazione di suolo pubblico temporanea leggera.





Relativamente alle concessioni temporanee con scadenza 30 giugno 2021, si comunica che non appena sarà approvata la norma che proroga al 31 dicembre 2021 l'esenzione dal pagamento del canone unico patrimoniale ( ex cosap) , i concessionari riceveranno una pec di rinnovo della concessione alle medesime condizioni. La stessa sarà subordinata al nulla osta dell'esercizio confinante, qualora l'occupazione interessi l'area prospiciente tale esercizio.

Non sarà richiesta, quindi, la presentazione di una nuova istanza, sul presupposto che non siano mutate le condizioni tecniche alle quali è stata concessa l'occupazione originaria e che non siano intervenute modifiche alla disciplina relativa alla sosta, nelle sole aree interessate dalle occupazioni in carreggiata (es. istituzione carico e scarico, stallo sosta disabili ecc).

Si rammenta quanto stabilito dalle linee guida e dal regolamento in merito alla necessità che le occupazioni assicurino una superficie libera di almeno 2 metri per garantire il flusso pedonale in sicurezza.